Vittime dei Patronati

Discussioni sulle Pensioni, Ape Social e Pensioni anticipate.

Moderatori: oTTovonkraun, silvestro53, Giorgio64, onir201, vinbast

Lorenza
UTENTE SENIOR
UTENTE SENIOR
Messaggi: 30
Iscritto il: 24 mag 2018, 18:23

Buongiorno a tutti,
vinbast e giorgio52 si lo so che è come dite Voi, e, più mi inoltro nei meandri sindacati/inps più mi convinco di aver perso i 2 mesi di arretrati e mi dispiace per chi ha perso di più.
In tutti questi decreti circolari ecc.. per me c’è una contraddittorietà e più precisamente tra quanto specificato nella circolare n° 100 e il decreto ministeriale che qui cito:

Art. 6 Comunicazioni dell'INPS

1. In esito all’esame della domanda di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE sociale di cui all'articolo 4,
l'INPS comunica all'interessato entro il 15 ottobre dell'anno 2017 ed entro il 30 giugno dell'anno 2018:
a) il riconoscimento delle condizioni, con indicazione della prima decorrenza utile, qualora a tale ultima data sia confermata la
sussistenza delle condizioni e
….

Art. 7 Domanda di accesso all'APE sociale

1. La domanda di APE sociale e' presentata alla sede INPS di residenza dell'interessato.
2. L'APE sociale e' corrisposta a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso,
alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni previste e all'esito del positivo riconoscimento di cui all'articolo 4, ….

La mia lettera dice espressamente che la prima decorrenza utile è 1/05/2018, perchè a tale date avevo maturato tutti i requisiti certificati da inps.

Nel punto 2 art. una delle condizioni è “... e all'esito del positivo riconoscimento di cui all'articolo 4,...
condizione che è venuta a mancare in quanto INPS doveva comunicare entro il 30/06/18 l’esito con la decorrenza utile, arrivato in ritardo.

Comunque perché comunicare la data utile se poi fai partire l’ape dal mese successivo alla domanda vera e propria senza più considerare la data utile?. Mah!
In tutto ciò penso ci sia stata una errata interpretazione da parte del patronato per quanto segue:

…In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7, comma 3, del decreto).

Quanto scritto è un mio personale commento. Comunque, aspetto ancora una settimana o due poi tornerò a chiedere al patronato come sta procedendo e in caso negativo credo che inoltrerò al patronato una richiesta di risarcimento.
Saluti a tutti e teniamoci informati.


Avatar utente
vinbast
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1402
Iscritto il: 13 ott 2017, 13:48

Lorenza ha scritto: 24 set 2018, 12:17 Buongiorno a tutti,
vinbast e giorgio52 si lo so che è come dite Voi, e, più mi inoltro nei meandri sindacati/inps più mi convinco di aver perso i 2 mesi di arretrati e mi dispiace per chi ha perso di più.
In tutti questi decreti circolari ecc.. per me c’è una contraddittorietà e più precisamente tra quanto specificato nella circolare n° 100 e il decreto ministeriale che qui cito:

Art. 6 Comunicazioni dell'INPS

1. In esito all’esame della domanda di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE sociale di cui all'articolo 4,
l'INPS comunica all'interessato entro il 15 ottobre dell'anno 2017 ed entro il 30 giugno dell'anno 2018:
a) il riconoscimento delle condizioni, con indicazione della prima decorrenza utile, qualora a tale ultima data sia confermata la
sussistenza delle condizioni e
….

Art. 7 Domanda di accesso all'APE sociale

1. La domanda di APE sociale e' presentata alla sede INPS di residenza dell'interessato.
2. L'APE sociale e' corrisposta a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso,
alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni previste e all'esito del positivo riconoscimento di cui all'articolo 4, ….

La mia lettera dice espressamente che la prima decorrenza utile è 1/05/2018, perchè a tale date avevo maturato tutti i requisiti certificati da inps.

Nel punto 2 art. una delle condizioni è “... e all'esito del positivo riconoscimento di cui all'articolo 4,...
condizione che è venuta a mancare in quanto INPS doveva comunicare entro il 30/06/18 l’esito con la decorrenza utile, arrivato in ritardo.

Comunque perché comunicare la data utile se poi fai partire l’ape dal mese successivo alla domanda vera e propria senza più considerare la data utile?. Mah!
In tutto ciò penso ci sia stata una errata interpretazione da parte del patronato per quanto segue:

…In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7, comma 3, del decreto).

Quanto scritto è un mio personale commento. Comunque, aspetto ancora una settimana o due poi tornerò a chiedere al patronato come sta procedendo e in caso negativo credo che inoltrerò al patronato una richiesta di risarcimento.
Saluti a tutti e teniamoci informati.
Purtroppo, per quanto riguarda l'Ape social il legislatore ha previsto un'iter abbastanza tortuoso. Probabilmente si sarebbe potuto gestire il tutto con una singola domanda da presentare solo nel momento in cui si maturavano tutti i requisiti.
Così facendo si sarebbero evitati malintesi con i patronati e non si sarebbero perse mensilità.


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Ci sono stati sviluppi? c'è qualcuno che ha risolto il problema degli arretrati?


Lorenza
UTENTE SENIOR
UTENTE SENIOR
Messaggi: 30
Iscritto il: 24 mag 2018, 18:23

pippolo ha scritto: 01 ott 2018, 15:45 Ci sono stati sviluppi? c'è qualcuno che ha risolto il problema degli arretrati?
Buongiorno,
personalmente non ho ancora avuto notizie dal patronato, aspetterò ancora una settimana poi tornerò alla carica.
Saluti


maurizioc
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 7
Iscritto il: 07 set 2018, 17:51

Buongiorno,
anch'io ancora non ho notizie riguardo alla richiesta fatta, tramite legale, del rimborso delle cinque
mensilità perse a causa del patronato.
Appena avrò novità al riguardo vi informerò.
Un saluto a tutti.


Canio
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 6
Iscritto il: 04 ott 2018, 11:19

Buongiorno a tutti...
Ho fatto la prima domanda, quella per i requisiti, il 18 Gennaio di quest'anno tramite un patronato. Il 28 Giugno ricevo lettera INPS che mi riconosce i requisiti, i quali mi permettevano di ricevere l'Ape sociale a partire dal 1 Febbraio 18. Il giorno dopo, 28 Giugno 18, sempre tramite lo stesso patronato si inoltra la seconda domanda per la richiesta dell'Ape sociale.
Il 1 Ottobre mi arriva in banca l'accredito, ma ricevo gli arretrati a partire da Luglio 18.
Ovviamente mi chiedo come mai non da Febbraio, visto che avevo tutti i requisiti.
Vado all'INPS e, sia allo sportello che dal direttore, ottengo la stessa risposta:
"Tutto regolare. Avendo inoltrato la domanda (la seconda), a fine giugno, le spetta da Luglio in poi...!
La prima "domanda" non è in effetti la domanda ma solo per un controllo dei requisiti.
Doveva fare le domande contemporaneamente. Ora, pur avendo i requisiti, non si può fare nulla!!!"
Vado dal patronato e anche lì trovano le loro ragioni!
Finale del discorso... Ho perso 6 mesi di pensione !!! e non si può fare nulla.
Con molta rabbia auguro non belle cose a chi dice che non si può più fare nulla e che mi hanno "fregato" 6 mesi di pensione.
Questa è la realtà in Italia.
Ad ogni modo, attendiamo con la speranza, (poca), che qualcuno riesca a scoprire cosa fare.
Saluto tutti.


DANILO
GENERALE
GENERALE
Messaggi: 141
Iscritto il: 13 nov 2017, 19:07

Canio ha scritto: 05 ott 2018, 08:23 Buongiorno a tutti...
Ho fatto la prima domanda, quella per i requisiti, il 18 Gennaio di quest'anno tramite un patronato. Il 28 Giugno ricevo lettera INPS che mi riconosce i requisiti, i quali mi permettevano di ricevere l'Ape sociale a partire dal 1 Febbraio 18. Il giorno dopo, 28 Giugno 18, sempre tramite lo stesso patronato si inoltra la seconda domanda per la richiesta dell'Ape sociale.
Il 1 Ottobre mi arriva in banca l'accredito, ma ricevo gli arretrati a partire da Luglio 18.
Ovviamente mi chiedo come mai non da Febbraio, visto che avevo tutti i requisiti.
Vado all'INPS e, sia allo sportello che dal direttore, ottengo la stessa risposta:
"Tutto regolare. Avendo inoltrato la domanda (la seconda), a fine giugno, le spetta da Luglio in poi...!
La prima "domanda" non è in effetti la domanda ma solo per un controllo dei requisiti.
Doveva fare le domande contemporaneamente. Ora, pur avendo i requisiti, non si può fare nulla!!!"
Vado dal patronato e anche lì trovano le loro ragioni!
Finale del discorso... Ho perso 6 mesi di pensione !!! e non si può fare nulla.
Con molta rabbia auguro non belle cose a chi dice che non si può più fare nulla e che mi hanno "fregato" 6 mesi di pensione.
Questa è la realtà in Italia.
Ad ogni modo, attendiamo con la speranza, (poca), che qualcuno riesca a scoprire cosa fare.
Saluto tutti.
ciao canio ... no non esiste che ti dicano cosi' .... lo sbaglio è clamorosamente del patronato visto che tu i requisiti li avevi dia da gennaio. Non lasciar perdere Canio, a costo di prendere un avvocato. TI SPETTANO I 6 MESI !!!!!! e' un errore loro per cui non farti abbindolare dalle parole che ti possono dire per giustificare un errore ripeto SOLO LORO! Personalmente, per il caso simile a ltuo (io 5 mesi ) sono gia' stato rimborsato dal mio CAF con scuse annesse per cui non arrenderti !!!!
te lo dico per certo.


mirko53
UTENTE SENIOR
UTENTE SENIOR
Messaggi: 37
Iscritto il: 08 feb 2018, 12:25

Canio ha scritto: 05 ott 2018, 08:23 Buongiorno a tutti...
Ho fatto la prima domanda, quella per i requisiti, il 18 Gennaio di quest'anno tramite un patronato. Il 28 Giugno ricevo lettera INPS che mi riconosce i requisiti, i quali mi permettevano di ricevere l'Ape sociale a partire dal 1 Febbraio 18. Il giorno dopo, 28 Giugno 18, sempre tramite lo stesso patronato si inoltra la seconda domanda per la richiesta dell'Ape sociale.
Il 1 Ottobre mi arriva in banca l'accredito, ma ricevo gli arretrati a partire da Luglio 18.
Ovviamente mi chiedo come mai non da Febbraio, visto che avevo tutti i requisiti.
Vado all'INPS e, sia allo sportello che dal direttore, ottengo la stessa risposta:
"Tutto regolare. Avendo inoltrato la domanda (la seconda), a fine giugno, le spetta da Luglio in poi...!
La prima "domanda" non è in effetti la domanda ma solo per un controllo dei requisiti.
Doveva fare le domande contemporaneamente. Ora, pur avendo i requisiti, non si può fare nulla!!!"
Vado dal patronato e anche lì trovano le loro ragioni!
Finale del discorso... Ho perso 6 mesi di pensione !!! e non si può fare nulla.
Con molta rabbia auguro non belle cose a chi dice che non si può più fare nulla e che mi hanno "fregato" 6 mesi di pensione.
Questa è la realtà in Italia.
Ad ogni modo, attendiamo con la speranza, (poca), che qualcuno riesca a scoprire cosa fare.
Saluto tutti.
Ciao Canio, anch'io sono nella stessa tua situazione. Io mi sono già rivolto al mio legale e prossima settimana parte la diffida per rimborso. Vai tranquillo
perchè devono rimborsare per questi (loro) errori.
Ti saluto e fammi sapere qualcosa.


Canio
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 6
Iscritto il: 04 ott 2018, 11:19

mirko53 ha scritto: 05 ott 2018, 18:32
Canio ha scritto: 05 ott 2018, 08:23 Buongiorno a tutti...
Ho fatto la prima domanda, quella per i requisiti, il 18 Gennaio di quest'anno tramite un patronato. Il 28 Giugno ricevo lettera INPS che mi riconosce i requisiti, i quali mi permettevano di ricevere l'Ape sociale a partire dal 1 Febbraio 18. Il giorno dopo, 28 Giugno 18, sempre tramite lo stesso patronato si inoltra la seconda domanda per la richiesta dell'Ape sociale.
Il 1 Ottobre mi arriva in banca l'accredito, ma ricevo gli arretrati a partire da Luglio 18.
Ovviamente mi chiedo come mai non da Febbraio, visto che avevo tutti i requisiti.
Vado all'INPS e, sia allo sportello che dal direttore, ottengo la stessa risposta:
"Tutto regolare. Avendo inoltrato la domanda (la seconda), a fine giugno, le spetta da Luglio in poi...!
La prima "domanda" non è in effetti la domanda ma solo per un controllo dei requisiti.
Doveva fare le domande contemporaneamente. Ora, pur avendo i requisiti, non si può fare nulla!!!"
Vado dal patronato e anche lì trovano le loro ragioni!
Finale del discorso... Ho perso 6 mesi di pensione !!! e non si può fare nulla.
Con molta rabbia auguro non belle cose a chi dice che non si può più fare nulla e che mi hanno "fregato" 6 mesi di pensione.
Questa è la realtà in Italia.
Ad ogni modo, attendiamo con la speranza, (poca), che qualcuno riesca a scoprire cosa fare.
Saluto tutti.
Ciao Canio, anch'io sono nella stessa tua situazione. Io mi sono già rivolto al mio legale e prossima settimana parte la diffida per rimborso. Vai tranquillo
perchè devono rimborsare per questi (loro) errori.
Ti saluto e fammi sapere qualcosa.
Grazie, augurandoti che tutto vada bene, fammi sapere poi cosa e come fare eventualmente.
Ciao


Canio
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 6
Iscritto il: 04 ott 2018, 11:19

DANILO ha scritto: 05 ott 2018, 13:44
Canio ha scritto: 05 ott 2018, 08:23 Buongiorno a tutti...
Ho fatto la prima domanda, quella per i requisiti, il 18 Gennaio di quest'anno tramite un patronato. Il 28 Giugno ricevo lettera INPS che mi riconosce i requisiti, i quali mi permettevano di ricevere l'Ape sociale a partire dal 1 Febbraio 18. Il giorno dopo, 28 Giugno 18, sempre tramite lo stesso patronato si inoltra la seconda domanda per la richiesta dell'Ape sociale.
Il 1 Ottobre mi arriva in banca l'accredito, ma ricevo gli arretrati a partire da Luglio 18.
Ovviamente mi chiedo come mai non da Febbraio, visto che avevo tutti i requisiti.
Vado all'INPS e, sia allo sportello che dal direttore, ottengo la stessa risposta:
"Tutto regolare. Avendo inoltrato la domanda (la seconda), a fine giugno, le spetta da Luglio in poi...!
La prima "domanda" non è in effetti la domanda ma solo per un controllo dei requisiti.
Doveva fare le domande contemporaneamente. Ora, pur avendo i requisiti, non si può fare nulla!!!"
Vado dal patronato e anche lì trovano le loro ragioni!
Finale del discorso... Ho perso 6 mesi di pensione !!! e non si può fare nulla.
Con molta rabbia auguro non belle cose a chi dice che non si può più fare nulla e che mi hanno "fregato" 6 mesi di pensione.
Questa è la realtà in Italia.
Ad ogni modo, attendiamo con la speranza, (poca), che qualcuno riesca a scoprire cosa fare.
Saluto tutti.
ciao canio ... no non esiste che ti dicano cosi' .... lo sbaglio è clamorosamente del patronato visto che tu i requisiti li avevi dia da gennaio. Non lasciar perdere Canio, a costo di prendere un avvocato. TI SPETTANO I 6 MESI !!!!!! e' un errore loro per cui non farti abbindolare dalle parole che ti possono dire per giustificare un errore ripeto SOLO LORO! Personalmente, per il caso simile a ltuo (io 5 mesi ) sono gia' stato rimborsato dal mio CAF con scuse annesse per cui non arrenderti !!!!
te lo dico per certo.
Ciao...
Ma tu come hai fatto? Hai parlato con qualcuno del sindacato? O hai fatto diversamente? Ti sarei grato se mi dessi qualche suggerimento.
Grazie.


maurizioc
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 7
Iscritto il: 07 set 2018, 17:51

Buonasera a tutti,
volevo sapere da Danilo, se possibile, da quale patronato ha ricevuto il rimborso.
Grazie.


Ottavio
GENERALE
GENERALE
Messaggi: 123
Iscritto il: 28 lug 2018, 11:17

Ciao a tutti,
molti conoscono la mia storia ma la riassumo per i nuovi iscritti, dato che la lista delle "Vittime dei Patronati" si è allungata.
L'8 gennaio presento domanda di Ape Social categoria disoccupati, avendo già tutti i requisiti il patronato doveva inoltrare entrambe le domande !
Invece mi viene detto di attendere risposta dalla prima domanda per poi inoltrare la seconda !
L'INPS impiega oltre sei mesi per comunicarmi il SI DIRITTO !
A quel punto l'INCA inoltra la seconda domanda che viene accettata con decorrenza da Agosto !
A quel punto scopro che non ho diritto agli arretrati da Febbraio come era scritto nella lettera di certificazione dei requisiti !
Invio una mail alla sede provinciale dell'INCA spiegando il problema e chiedendo un incontro con il responsabile di zona !
La mia mail viene girata alla responsabile di zona la quale (sempre via mail) mi contatta dicendomi che essendo periodo di ferie avrei
dovuto attendere i primi di settembre, periodo in cui mi avrebbero ricontattato !
La prima settimana di settembre non avendo ricevuto nessuna comunicazione li ricontatto ricordandogli che ero in attesa dell'incontro !
Passa circa una settimana e mi convocano per il giorno 19/9 dove alla presenza del segretario provinciale e della responsabile di zona
ammettono l'errore, mi preparano una lettera di richiesta risarcimento danni da inoltrare all'assicurazione, mi dicono che i tempi sono un po' lunghi,
che nel frattempo avrebbero fatto i conti, ho fatto presente che l'APE gode del bonus Renzi, loro non erano a conoscenza e quindi si sarebbero
informati. Non ho ricevuto nessuna comunicazione per tre settimane ed ho deciso di ricontattarli per avere notizie, mi rispondono che i conti sono
stati fatti e trasmessi alla segreteria CGIL la quale previo le opportune verifiche degli importi con la metà di novembre dovrebbe convocarmi per
consegnarmi l'assegno, spero sia vero e che questa storia abbia fine !
Spero che quanto esposto possa essere di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione.
Scusatemi se non vi ho informato prima ma ho avuto vari problemi.
Auguro a tutti una buona giornata.


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Ottavio ha scritto: 11 ott 2018, 11:51 Ciao a tutti,
molti conoscono la mia storia ma la riassumo per i nuovi iscritti, dato che la lista delle "Vittime dei Patronati" si è allungata.
L'8 gennaio presento domanda di Ape Social categoria disoccupati, avendo già tutti i requisiti il patronato doveva inoltrare entrambe le domande !
Invece mi viene detto di attendere risposta dalla prima domanda per poi inoltrare la seconda !
L'INPS impiega oltre sei mesi per comunicarmi il SI DIRITTO !
A quel punto l'INCA inoltra la seconda domanda che viene accettata con decorrenza da Agosto !
A quel punto scopro che non ho diritto agli arretrati da Febbraio come era scritto nella lettera di certificazione dei requisiti !
Invio una mail alla sede provinciale dell'INCA spiegando il problema e chiedendo un incontro con il responsabile di zona !
La mia mail viene girata alla responsabile di zona la quale (sempre via mail) mi contatta dicendomi che essendo periodo di ferie avrei
dovuto attendere i primi di settembre, periodo in cui mi avrebbero ricontattato !
La prima settimana di settembre non avendo ricevuto nessuna comunicazione li ricontatto ricordandogli che ero in attesa dell'incontro !
Passa circa una settimana e mi convocano per il giorno 19/9 dove alla presenza del segretario provinciale e della responsabile di zona
ammettono l'errore, mi preparano una lettera di richiesta risarcimento danni da inoltrare all'assicurazione, mi dicono che i tempi sono un po' lunghi,
che nel frattempo avrebbero fatto i conti, ho fatto presente che l'APE gode del bonus Renzi, loro non erano a conoscenza e quindi si sarebbero
informati. Non ho ricevuto nessuna comunicazione per tre settimane ed ho deciso di ricontattarli per avere notizie, mi rispondono che i conti sono
stati fatti e trasmessi alla segreteria CGIL la quale previo le opportune verifiche degli importi con la metà di novembre dovrebbe convocarmi per
consegnarmi l'assegno, spero sia vero e che questa storia abbia fine !
Spero che quanto esposto possa essere di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione.
Scusatemi se non vi ho informato prima ma ho avuto vari problemi.
Auguro a tutti una buona giornata.
Da dove, scusa ma non ricordo da dove scrivi, l'Inca di? Anche io vittima del patronato Inca. Il contatto è quello che si trova sul sito dell'Inca?


Ottavio
GENERALE
GENERALE
Messaggi: 123
Iscritto il: 28 lug 2018, 11:17

Ciao pippolo,l’inca di Verbania lago Maggiore Piemonte.
Si, il contatto è quello che si trova sul sito,ovviamente devi cercare quello della tua zona.


giorgio52
UTENTE TOP
UTENTE TOP
Messaggi: 27
Iscritto il: 01 lug 2018, 12:02

Ottavio ha scritto: 11 ott 2018, 11:51 Ciao a tutti,
molti conoscono la mia storia ma la riassumo per i nuovi iscritti, dato che la lista delle "Vittime dei Patronati" si è allungata.
L'8 gennaio presento domanda di Ape Social categoria disoccupati, avendo già tutti i requisiti il patronato doveva inoltrare entrambe le domande !
Invece mi viene detto di attendere risposta dalla prima domanda per poi inoltrare la seconda !
L'INPS impiega oltre sei mesi per comunicarmi il SI DIRITTO !
A quel punto l'INCA inoltra la seconda domanda che viene accettata con decorrenza da Agosto !
A quel punto scopro che non ho diritto agli arretrati da Febbraio come era scritto nella lettera di certificazione dei requisiti !
Invio una mail alla sede provinciale dell'INCA spiegando il problema e chiedendo un incontro con il responsabile di zona !
La mia mail viene girata alla responsabile di zona la quale (sempre via mail) mi contatta dicendomi che essendo periodo di ferie avrei
dovuto attendere i primi di settembre, periodo in cui mi avrebbero ricontattato !
La prima settimana di settembre non avendo ricevuto nessuna comunicazione li ricontatto ricordandogli che ero in attesa dell'incontro !
Passa circa una settimana e mi convocano per il giorno 19/9 dove alla presenza del segretario provinciale e della responsabile di zona
ammettono l'errore, mi preparano una lettera di richiesta risarcimento danni da inoltrare all'assicurazione, mi dicono che i tempi sono un po' lunghi,
che nel frattempo avrebbero fatto i conti, ho fatto presente che l'APE gode del bonus Renzi, loro non erano a conoscenza e quindi si sarebbero
informati. Non ho ricevuto nessuna comunicazione per tre settimane ed ho deciso di ricontattarli per avere notizie, mi rispondono che i conti sono
stati fatti e trasmessi alla segreteria CGIL la quale previo le opportune verifiche degli importi con la metà di novembre dovrebbe convocarmi per
consegnarmi l'assegno, spero sia vero e che questa storia abbia fine !
Spero che quanto esposto possa essere di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione.
Scusatemi se non vi ho informato prima ma ho avuto vari problemi.
Auguro a tutti una buona giornata.
Occhio! Così si rischiano la capra ed i cavoli.
Non vorrei che con la denuncia si sia accettato il cambio di controparte.
Se da un lato è difficile farsi rimborsare da un patronato, dall'altro
scucire denaro ad un assicurazione è Mission Impossible.
Il fai-da-te può essere pericoloso. Meglio l'avvocato.


Ottavio
GENERALE
GENERALE
Messaggi: 123
Iscritto il: 28 lug 2018, 11:17

giorgio52 ha scritto: 14 ott 2018, 21:42
Ottavio ha scritto: 11 ott 2018, 11:51 Ciao a tutti,
molti conoscono la mia storia ma la riassumo per i nuovi iscritti, dato che la lista delle "Vittime dei Patronati" si è allungata.
L'8 gennaio presento domanda di Ape Social categoria disoccupati, avendo già tutti i requisiti il patronato doveva inoltrare entrambe le domande !
Invece mi viene detto di attendere risposta dalla prima domanda per poi inoltrare la seconda !
L'INPS impiega oltre sei mesi per comunicarmi il SI DIRITTO !
A quel punto l'INCA inoltra la seconda domanda che viene accettata con decorrenza da Agosto !
A quel punto scopro che non ho diritto agli arretrati da Febbraio come era scritto nella lettera di certificazione dei requisiti !
Invio una mail alla sede provinciale dell'INCA spiegando il problema e chiedendo un incontro con il responsabile di zona !
La mia mail viene girata alla responsabile di zona la quale (sempre via mail) mi contatta dicendomi che essendo periodo di ferie avrei
dovuto attendere i primi di settembre, periodo in cui mi avrebbero ricontattato !
La prima settimana di settembre non avendo ricevuto nessuna comunicazione li ricontatto ricordandogli che ero in attesa dell'incontro !
Passa circa una settimana e mi convocano per il giorno 19/9 dove alla presenza del segretario provinciale e della responsabile di zona
ammettono l'errore, mi preparano una lettera di richiesta risarcimento danni da inoltrare all'assicurazione, mi dicono che i tempi sono un po' lunghi,
che nel frattempo avrebbero fatto i conti, ho fatto presente che l'APE gode del bonus Renzi, loro non erano a conoscenza e quindi si sarebbero
informati. Non ho ricevuto nessuna comunicazione per tre settimane ed ho deciso di ricontattarli per avere notizie, mi rispondono che i conti sono
stati fatti e trasmessi alla segreteria CGIL la quale previo le opportune verifiche degli importi con la metà di novembre dovrebbe convocarmi per
consegnarmi l'assegno, spero sia vero e che questa storia abbia fine !
Spero che quanto esposto possa essere di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione.
Scusatemi se non vi ho informato prima ma ho avuto vari problemi.
Auguro a tutti una buona giornata.
Occhio! Così si rischiano la capra ed i cavoli.
Non vorrei che con la denuncia si sia accettato il cambio di controparte.
Se da un lato è difficile farsi rimborsare da un patronato, dall'altro
scucire denaro ad un assicurazione è Mission Impossible.
Il fai-da-te può essere pericoloso. Meglio l'avvocato.
Ciao giorgio52,
se mi hanno preso in giro la prossima mossa sarà
l’avvocato ! Non so se a loro conviene, perché se
oggi chiedo solo quello che mi spetta di arretrati
se dovessimo andare per vie legali chiederò anche un cospicuo risarcimento danni per ciò che sto passando !


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 09:22
giorgio52 ha scritto: 14 ott 2018, 21:42
Ottavio ha scritto: 11 ott 2018, 11:51 Ciao a tutti,
molti conoscono la mia storia ma la riassumo per i nuovi iscritti, dato che la lista delle "Vittime dei Patronati" si è allungata.
L'8 gennaio presento domanda di Ape Social categoria disoccupati, avendo già tutti i requisiti il patronato doveva inoltrare entrambe le domande !
Invece mi viene detto di attendere risposta dalla prima domanda per poi inoltrare la seconda !
L'INPS impiega oltre sei mesi per comunicarmi il SI DIRITTO !
A quel punto l'INCA inoltra la seconda domanda che viene accettata con decorrenza da Agosto !
A quel punto scopro che non ho diritto agli arretrati da Febbraio come era scritto nella lettera di certificazione dei requisiti !
Invio una mail alla sede provinciale dell'INCA spiegando il problema e chiedendo un incontro con il responsabile di zona !
La mia mail viene girata alla responsabile di zona la quale (sempre via mail) mi contatta dicendomi che essendo periodo di ferie avrei
dovuto attendere i primi di settembre, periodo in cui mi avrebbero ricontattato !
La prima settimana di settembre non avendo ricevuto nessuna comunicazione li ricontatto ricordandogli che ero in attesa dell'incontro !
Passa circa una settimana e mi convocano per il giorno 19/9 dove alla presenza del segretario provinciale e della responsabile di zona
ammettono l'errore, mi preparano una lettera di richiesta risarcimento danni da inoltrare all'assicurazione, mi dicono che i tempi sono un po' lunghi,
che nel frattempo avrebbero fatto i conti, ho fatto presente che l'APE gode del bonus Renzi, loro non erano a conoscenza e quindi si sarebbero
informati. Non ho ricevuto nessuna comunicazione per tre settimane ed ho deciso di ricontattarli per avere notizie, mi rispondono che i conti sono
stati fatti e trasmessi alla segreteria CGIL la quale previo le opportune verifiche degli importi con la metà di novembre dovrebbe convocarmi per
consegnarmi l'assegno, spero sia vero e che questa storia abbia fine !
Spero che quanto esposto possa essere di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione.
Scusatemi se non vi ho informato prima ma ho avuto vari problemi.
Auguro a tutti una buona giornata.
Occhio! Così si rischiano la capra ed i cavoli.
Non vorrei che con la denuncia si sia accettato il cambio di controparte.
Se da un lato è difficile farsi rimborsare da un patronato, dall'altro
scucire denaro ad un assicurazione è Mission Impossible.
Il fai-da-te può essere pericoloso. Meglio l'avvocato.
Ciao giorgio52,
se mi hanno preso in giro la prossima mossa sarà
l’avvocato ! Non so se a loro conviene, perché se
oggi chiedo solo quello che mi spetta di arretrati
se dovessimo andare per vie legali chiederò anche un cospicuo risarcimento danni per ciò che sto passando !
Scusami Ottavio, ma ancora non ho capito dove hai trovato il recapito e-mail, sul sito della CGIL c'è solo l'indirizzo generale dell'Inca, anche ho avuto la tua stessa storia sempre con patronato Inca, dove hai trovato i recapiti? Dimenticavo, per caso anche voi riscontrate problemi con il portale Inps? Grazie Pippolo


Ottavio
GENERALE
GENERALE
Messaggi: 123
Iscritto il: 28 lug 2018, 11:17

pippolo ha scritto: 15 ott 2018, 09:36
Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 09:22
giorgio52 ha scritto: 14 ott 2018, 21:42

Occhio! Così si rischiano la capra ed i cavoli.
Non vorrei che con la denuncia si sia accettato il cambio di controparte.
Se da un lato è difficile farsi rimborsare da un patronato, dall'altro
scucire denaro ad un assicurazione è Mission Impossible.
Il fai-da-te può essere pericoloso. Meglio l'avvocato.
Ciao giorgio52,
se mi hanno preso in giro la prossima mossa sarà
l’avvocato ! Non so se a loro conviene, perché se
oggi chiedo solo quello che mi spetta di arretrati
se dovessimo andare per vie legali chiederò anche un cospicuo risarcimento danni per ciò che sto passando !
Scusami Ottavio, ma ancora non ho capito dove hai trovato il recapito e-mail, sul sito della CGIL c'è solo l'indirizzo generale dell'Inca, anche ho avuto la tua stessa storia sempre con patronato Inca, dove hai trovato i recapiti? Dimenticavo, per caso anche voi riscontrate problemi con il portale Inps? Grazie Pippolo
Pippolo, cerca in internet inca della tua provincia, ci sarà l’indirizzo e-mail per contattarli.


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 11:41
pippolo ha scritto: 15 ott 2018, 09:36
Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 09:22
Ciao giorgio52,
se mi hanno preso in giro la prossima mossa sarà
l’avvocato ! Non so se a loro conviene, perché se
oggi chiedo solo quello che mi spetta di arretrati
se dovessimo andare per vie legali chiederò anche un cospicuo risarcimento danni per ciò che sto passando !
Scusami Ottavio, ma ancora non ho capito dove hai trovato il recapito e-mail, sul sito della CGIL c'è solo l'indirizzo generale dell'Inca, anche ho avuto la tua stessa storia sempre con patronato Inca, dove hai trovato i recapiti? Dimenticavo, per caso anche voi riscontrate problemi con il portale Inps? Grazie Pippolo
Pippolo, cerca in internet inca della tua provincia, ci sarà l’indirizzo e-mail per contattarli.
A si è vero, c'è proprio scritto Sedi provinciali con gli indirizzi e-mail, grazie, ora vediamo che cosa mi risponderanno


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 11:41
pippolo ha scritto: 15 ott 2018, 09:36
Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 09:22
Ciao giorgio52,
se mi hanno preso in giro la prossima mossa sarà
l’avvocato ! Non so se a loro conviene, perché se
oggi chiedo solo quello che mi spetta di arretrati
se dovessimo andare per vie legali chiederò anche un cospicuo risarcimento danni per ciò che sto passando !
Scusami Ottavio, ma ancora non ho capito dove hai trovato il recapito e-mail, sul sito della CGIL c'è solo l'indirizzo generale dell'Inca, anche ho avuto la tua stessa storia sempre con patronato Inca, dove hai trovato i recapiti? Dimenticavo, per caso anche voi riscontrate problemi con il portale Inps? Grazie Pippolo
Pippolo, cerca in internet inca della tua provincia, ci sarà l’indirizzo e-mail per contattarli.
Ciao Ottavio, scusami, dopo quanto ti hanno risposto alla lettera che hai inviato al Patronato Inca.


Ottavio
GENERALE
GENERALE
Messaggi: 123
Iscritto il: 28 lug 2018, 11:17

pippolo ha scritto: 22 ott 2018, 09:37
Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 11:41
pippolo ha scritto: 15 ott 2018, 09:36

Scusami Ottavio, ma ancora non ho capito dove hai trovato il recapito e-mail, sul sito della CGIL c'è solo l'indirizzo generale dell'Inca, anche ho avuto la tua stessa storia sempre con patronato Inca, dove hai trovato i recapiti? Dimenticavo, per caso anche voi riscontrate problemi con il portale Inps? Grazie Pippolo
Pippolo, cerca in internet inca della tua provincia, ci sarà l’indirizzo e-mail per contattarli.
Ciao Ottavio, scusami, dopo quanto ti hanno risposto alla lettera che hai inviato al Patronato Inca.
Dopo una settimana.


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Ottavio ha scritto: 22 ott 2018, 13:05
pippolo ha scritto: 22 ott 2018, 09:37
Ottavio ha scritto: 15 ott 2018, 11:41
Pippolo, cerca in internet inca della tua provincia, ci sarà l’indirizzo e-mail per contattarli.
Ciao Ottavio, scusami, dopo quanto ti hanno risposto alla lettera che hai inviato al Patronato Inca.
Dopo una settimana.
Una settimana lavorativa? Per me domani sarebbe una settimana (compresi we).


Lorenza
UTENTE SENIOR
UTENTE SENIOR
Messaggi: 30
Iscritto il: 24 mag 2018, 18:23

Buonasera a tutti, più nessuno di Voi ha avuto notizie per i mancati arretrati?
Giovedi scorso sono andata al patronato a sollecitare x arretrati, e mi hanno detto che mi avrebbero chiamata x un appuntamente relativo alla mia pratica. MAH sarà poi vero? se quasta settimana non mi richiamano torno alla carica e se sperano che mi dimentichi si sbagliano di grosso.


maurizioc
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 7
Iscritto il: 07 set 2018, 17:51

Buongiorno a tutti,
per quanto riguarda il mio caso, cinque mesi di arretrati persi a causa del patronato, si sta
occupando il legale da me incaricato.
Ad oggi so soltanto che il patronato gli ha fornito il nominativo dell'assicurazione, per poi
provare a recuperare quanto dovuto, direttamente da loro.
Vi terrò informati sull'eventuale risultato ottenuto.


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Lorenza ha scritto: 12 nov 2018, 19:20 Buonasera a tutti, più nessuno di Voi ha avuto notizie per i mancati arretrati?
Giovedi scorso sono andata al patronato a sollecitare x arretrati, e mi hanno detto che mi avrebbero chiamata x un appuntamente relativo alla mia pratica. MAH sarà poi vero? se quasta settimana non mi richiamano torno alla carica e se sperano che mi dimentichi si sbagliano di grosso.
Ciao Lorenza, a me hanno detto che loro hanno fatto tutto correttamente, ma mi hanno fissato un appuntamento , credo con il loro legale, staremo a vedere.


Lorenza
UTENTE SENIOR
UTENTE SENIOR
Messaggi: 30
Iscritto il: 24 mag 2018, 18:23

pippolo ha scritto: 13 nov 2018, 08:28
Lorenza ha scritto: 12 nov 2018, 19:20 Buonasera a tutti, più nessuno di Voi ha avuto notizie per i mancati arretrati?
Giovedi scorso sono andata al patronato a sollecitare x arretrati, e mi hanno detto che mi avrebbero chiamata x un appuntamente relativo alla mia pratica. MAH sarà poi vero? se quasta settimana non mi richiamano torno alla carica e se sperano che mi dimentichi si sbagliano di grosso.
Ciao Lorenza, a me hanno detto che loro hanno fatto tutto correttamente, ma mi hanno fissato un appuntamento , credo con il loro legale, staremo a vedere.
Ciao Pippolo, sono ancora in attesa di una tel. non hanno ammesso di aver sbagliato ma nemmeno di aver fatto tutto giusto. Mah! aspettiamo gli eventi.
Cmq teniamoci tutti informati.
Grazie a tutti.


pippolo
SVILUPPATORE FORUM
SVILUPPATORE FORUM
Messaggi: 465
Iscritto il: 19 apr 2018, 16:09

Lorenza ha scritto: 13 nov 2018, 10:54
pippolo ha scritto: 13 nov 2018, 08:28
Lorenza ha scritto: 12 nov 2018, 19:20 Buonasera a tutti, più nessuno di Voi ha avuto notizie per i mancati arretrati?
Giovedi scorso sono andata al patronato a sollecitare x arretrati, e mi hanno detto che mi avrebbero chiamata x un appuntamente relativo alla mia pratica. MAH sarà poi vero? se quasta settimana non mi richiamano torno alla carica e se sperano che mi dimentichi si sbagliano di grosso.
Ciao Lorenza, a me hanno detto che loro hanno fatto tutto correttamente, ma mi hanno fissato un appuntamento , credo con il loro legale, staremo a vedere.
Ciao Pippolo, sono ancora in attesa di una tel. non hanno ammesso di aver sbagliato ma nemmeno di aver fatto tutto giusto. Mah! aspettiamo gli eventi.
Cmq teniamoci tutti informati.
Grazie a tutti.
No , a me invece non ammesso di aver sbagliato.


James
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 8
Iscritto il: 17 nov 2018, 07:20

Alla pagina 5 di questo pdf
https://www.fiscoetasse.com/upload/dpcm ... ociale.pdf

Art. 6 comma 1 punto a) DPCM 88/2017
Si legge:
1. In esito all'esame della domanda di riconoscimento delle condizioni per l'accesso all'APE sociale di cui all'articolo 4, l'INPS comunica all'interessato entro il 15 ottobre dell'anno 2017 ed entro il 30 giugno dell'anno 2018:
a) il riconoscimento delle condizioni, con indicazione della prima decorrenza utile, qualora a tale ultima data sia confermata la sussistenza delle condizioni e sia verificata la sussistenza della relativa copertura finanziaria in esito al monitoraggio di cui all'articolo 11;

Art. 7 comma 2 DPCM 88/2017
Si legge:
2. L'APE sociale e' corrisposta a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso, alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni previste e all'esito del positivo riconoscimento.

Premesso che la parola "corrisposta" stia a significare "Compenso pagato in cambio di una prestazione" (corresponsione)(Dizionari online La Repubblica)
L'Art. 7 comma 2 DPCM 88/2017 alluderebbe ad un impegno a carico dell'INPS, di provvedere al pagamento stabilito nella istruttoria della domanda di "riconoscimento delle condizioni" (riguardo la decorrenza utile confermata dalla sussistenza delle condizioni) con decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso.
Siamo presumibilmente di fronte ad una errata interpretazione degli Articoli 6 e 7 DPCM 88/2017.


James
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 8
Iscritto il: 17 nov 2018, 07:20

Canio ha scritto: 05 ott 2018, 08:23 Buongiorno a tutti...
Ho fatto la prima domanda, quella per i requisiti, il 18 Gennaio di quest'anno tramite un patronato. Il 28 Giugno ricevo lettera INPS che mi riconosce i requisiti, i quali mi permettevano di ricevere l'Ape sociale a partire dal 1 Febbraio 18. Il giorno dopo, 28 Giugno 18, sempre tramite lo stesso patronato si inoltra la seconda domanda per la richiesta dell'Ape sociale.
Il 1 Ottobre mi arriva in banca l'accredito, ma ricevo gli arretrati a partire da Luglio 18.
Ovviamente mi chiedo come mai non da Febbraio, visto che avevo tutti i requisiti.
Vado all'INPS e, sia allo sportello che dal direttore, ottengo la stessa risposta:
"Tutto regolare. Avendo inoltrato la domanda (la seconda), a fine giugno, le spetta da Luglio in poi...!
La prima "domanda" non è in effetti la domanda ma solo per un controllo dei requisiti.
Doveva fare le domande contemporaneamente. Ora, pur avendo i requisiti, non si può fare nulla!!!"
Vado dal patronato e anche lì trovano le loro ragioni!
Finale del discorso... Ho perso 6 mesi di pensione !!! e non si può fare nulla.
Con molta rabbia auguro non belle cose a chi dice che non si può più fare nulla e che mi hanno "fregato" 6 mesi di pensione.
Questa è la realtà in Italia.
Ad ogni modo, attendiamo con la speranza, (poca), che qualcuno riesca a scoprire cosa fare.
Saluto tutti.
Alla pagina 5 di questo pdf
https://www.fiscoetasse.com/upload/dpcm ... ociale.pdf

Art. 6 comma 1 punto a) DPCM 88/2017
Si legge:
1. In esito all'esame della domanda di riconoscimento delle condizioni per l'accesso all'APE sociale di cui all'articolo 4, l'INPS comunica all'interessato entro il 15 ottobre dell'anno 2017 ed entro il 30 giugno dell'anno 2018:
a) il riconoscimento delle condizioni, con indicazione della prima decorrenza utile, qualora a tale ultima data sia confermata la sussistenza delle condizioni e sia verificata la sussistenza della relativa copertura finanziaria in esito al monitoraggio di cui all'articolo 11;

Art. 7 comma 2 DPCM 88/2017
Si legge:
2. L'APE sociale e' corrisposta a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso, alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni previste e all'esito del positivo riconoscimento.

Premesso che la parola "corrisposta" stia a significare "Compenso pagato in cambio di una prestazione" (corresponsione)(Dizionari online La Repubblica)
L'Art. 7 comma 2 DPCM 88/2017 alluderebbe ad un impegno a carico dell'INPS, di provvedere al pagamento stabilito nella istruttoria della domanda di "riconoscimento delle condizioni" (riguardo la decorrenza utile confermata dalla sussistenza delle condizioni) con decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso.
Siamo presumibilmente di fronte ad una errata interpretazione degli Articoli 6 e 7 DPCM 88/2017.


James
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 8
Iscritto il: 17 nov 2018, 07:20

Lorenza ha scritto: 24 set 2018, 12:17 Buongiorno a tutti,
vinbast e giorgio52 si lo so che è come dite Voi, e, più mi inoltro nei meandri sindacati/inps più mi convinco di aver perso i 2 mesi di arretrati e mi dispiace per chi ha perso di più.
In tutti questi decreti circolari ecc.. per me c’è una contraddittorietà e più precisamente tra quanto specificato nella circolare n° 100 e il decreto ministeriale che qui cito:

Art. 6 Comunicazioni dell'INPS

1. In esito all’esame della domanda di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE sociale di cui all'articolo 4,
l'INPS comunica all'interessato entro il 15 ottobre dell'anno 2017 ed entro il 30 giugno dell'anno 2018:
a) il riconoscimento delle condizioni, con indicazione della prima decorrenza utile, qualora a tale ultima data sia confermata la
sussistenza delle condizioni e
….

Art. 7 Domanda di accesso all'APE sociale

1. La domanda di APE sociale e' presentata alla sede INPS di residenza dell'interessato.
2. L'APE sociale e' corrisposta a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso,
alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni previste e all'esito del positivo riconoscimento di cui all'articolo 4, ….

La mia lettera dice espressamente che la prima decorrenza utile è 1/05/2018, perchè a tale date avevo maturato tutti i requisiti certificati da inps.

Nel punto 2 art. una delle condizioni è “... e all'esito del positivo riconoscimento di cui all'articolo 4,...
condizione che è venuta a mancare in quanto INPS doveva comunicare entro il 30/06/18 l’esito con la decorrenza utile, arrivato in ritardo.

Alla pagina 5 di questo pdf
https://www.fiscoetasse.com/upload/dpcm ... ociale.pdf

Art. 6 comma 1 punto a) DPCM 88/2017
Si legge:
1. In esito all'esame della domanda di riconoscimento delle condizioni per l'accesso all'APE sociale di cui all'articolo 4, l'INPS comunica all'interessato entro il 15 ottobre dell'anno 2017 ed entro il 30 giugno dell'anno 2018:
a) il riconoscimento delle condizioni, con indicazione della prima decorrenza utile, qualora a tale ultima data sia confermata la sussistenza delle condizioni e sia verificata la sussistenza della relativa copertura finanziaria in esito al monitoraggio di cui all'articolo 11;

Art. 7 comma 2 DPCM 88/2017
Si legge:
2. L'APE sociale e' corrisposta a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso, alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni previste e all'esito del positivo riconoscimento.

Premesso che la parola "corrisposta" stia a significare "Compenso pagato in cambio di una prestazione" (corresponsione)(Dizionari online La Repubblica)
L'Art. 7 comma 2 DPCM 88/2017 alluderebbe ad un impegno a carico dell'INPS, di provvedere al pagamento stabilito nella istruttoria della domanda di "riconoscimento delle condizioni" (riguardo la decorrenza utile confermata dalla sussistenza delle condizioni) con decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso.
Siamo presumibilmente di fronte ad una errata interpretazione degli Articoli 6 e 7 DPCM 88/2017.
Comunque perché comunicare la data utile se poi fai partire l’ape dal mese successivo alla domanda vera e propria senza più considerare la data utile?. Mah!
In tutto ciò penso ci sia stata una errata interpretazione da parte del patronato per quanto segue:

…In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7, comma 3, del decreto).

Quanto scritto è un mio personale commento. Comunque, aspetto ancora una settimana o due poi tornerò a chiedere al patronato come sta procedendo e in caso negativo credo che inoltrerò al patronato una richiesta di risarcimento.
Saluti a tutti e teniamoci informati.


Rispondi