Vademecum per futuri apisti

Discussioni sull'Anticipo Pensionistico INPS

Moderatori: onir201, vinbast, silvestro53, oTTovonkraun, Giorgio64

Rispondi
Carneade
TENENTE
TENENTE
Messaggi: 61
Iscritto il: ven 30 ott 2020, 15:27

Vademecum per futuri apisti

Messaggio da Carneade » mar 22 dic 2020, 16:17

Visto che sembra ormai certo che l'APE social verrà prorogato, con le stesse regole, anche per il 2021 e prevedendo che il forum verrà consultato avidamente dai ragazzi del '58 in cerca di notizie ed indicazioni su come muoversi, ho pensato di postare qualche consiglio alla luce dell'esperienza personale e delle altre condivise. Invito i moderatori e chiunque lo voglia ad integrare o rettificare in modo da dare le migliori indicazioni possibili.
  • Documentatevi il più possibile, sapere è potere. Il sito dell'INPS è una buona fonte e questo forum è una vera miniera di esperienze condivise. Se vi resta qualche dubbio non esitate a proporlo, i moderatori, vinbast in testa, sono sempre disponibili a rispondere con grande competenza. Inoltre le risposte fornite possono essere utili ad altri con il vostro stesso problema.
  • Reperite tutta la documentazione necessaria, ad esempio la lettera di licenziamento, e le varie date (licenziamento, inizio e fine naspi ecc.).
  • Registratevi su MyINPS. Non vi sono prove che presentare domanda attraverso un patronato o un CAF renda più breve l'iter, anzi per i solleciti avere 2 diversi interlocutori potrebbe rivelarsi un handicap. Se ancora non siete registrati è davvero arrivato il momento di farlo così come procurarsi lo SPID necessario e, una volta fatto, con i dati alla mano (vedi punto precedente) compilare la domanda è davvero banale.
  • Presentate la domanda di verifica dei requisiti. I tempi di approvazione vanno dai 2 ai 4 mesi, e non c'è necessità di avere già maturato il requisito anagrafico per presentarla, quindi il momento migliore è 3-4 mesi prima di compiere gli anni. In questo modo accederete allo scaglione precedente, accorciando di molto l'iter.
  • Presentate la domanda di pensione. I tempi di approvazione sono di 2-3 mesi. Non verrà vagliata prima dell'approvazione della domanda di verifica e comunque non prima del compimento degli anni, quindi va presentata insieme alla prima domanda o comunque prima di compiere gli anni in modo che poi la pensione parta dal mese successivo, con i relativi arretrati, indipendentemente dai tempi di approvazione.
  • Sollecitate. I tempi dalla presentazione della domanda di verifica ai soldi sul conto corrente sono di 5-7 mesi, a seconda della maggiore o minore efficienza della vostra sede territoriale. Sollecitare non guasta e quantomeno allevia l'ansia dell'attesa. I solleciti via "INPS risponde" o telefono producono risposte abbastanza rapide (1-2 giorni) ma con testi standard non sempre significativi. Miglior esito hanno gli appuntamenti in sede, covid permettendo naturalmente.
  • Godetevi la meritata pensione. Ce l'avete fatta, se vi va postatelo sul forum e condividete la vostra felicità.



Rispondi